PERCORSO OLFATTIVO: OGNI POSTO, OGNI ANGOLO, OGNI “MOMENTO”

SARA’ PROFUMATO CON LA FRAGRANZA PIU’ ADATTA (esempio sotto descritto)

INIZIO DEL PERCORSO OLFATTIVO CON LA FRAGRANZA  SCELTA DALLA SPOSA.

Il percorso olfattivo inizia a casa della sposa, dove parenti e amici saranno avvolti da una nuvola di profumo.

Si può scegliere tra le ns. 140 diverse fragranze o possiamo fare ad hoc un profumo personalizzato, anche seguendo gli aromi degli elementi che compongono il bouquet.

La sua immagine rimarrà impresa a lungo nella memoria degli invitati, perché l’ancoraggio sarà fatto attraverso la percezione di una fragranza magica, sofisticata e unica che la sposa ha scelto come sua.

L’arredo olfattivo sarà eseguito, spruzzando un’acqua profumata speciale per tessili sui divani, tende, tappeti, ecc., che non lascerà aloni ma una fragranza persistente e non invasiva.

 

SECONDO STEP DEL PERCORSO OLFATTIVO: LA CHIESA

Lo spazio della chiesa  merita la nostra massima attenzione ed è per questo che la scelta degli sposi dev’essere condivisa con l’Essenziere perché questo speciale posto, il più importante delle nozze, ha bisogno di  una fragranza trasversale e unisex: si eviterà di scomodare i nasi più sensibili e non ci saranno differenze di genere.

La profumazione dovrà sentirsi in maniera molto intensa nella facciata esterna e in forma delicata, ma facilmente percettibile, all’interno.

La scelta dei veicoli profumanti potranno essere: all’esterno lampade catalitiche (che hanno una base isopropilica anziché etilica, con una variazione importante nelle note ma con un potere profumante molto vasto), spruzzo diretto sui laterali delle scalinate o accensioni di particolari bruciatori di cera.

All’interno l’acqua profumata sui tessili e lo spray d’ambiente su tutta l’area, sono una scelta obbligata, perché dovranno  avvolgere senza invadere lo spazio vitale dei partecipanti.

 

TERZO STEP DEL PERCORSO OLFATTIVO:  L’INGRESSO ALLA LOCATION

Per dare continuità alla cerimonia,  l’ingresso alla location dovrà essere fortemente profumata con la stessa fragranza della chiesa.

Nei grandi spazi all’aria aperta, i mezzi profumanti più adatti sono le lampade ad olio profumato o le fiaccole, ma anche le lampade catalitiche sono una buona risorsa, nonché l’essenza pura spruzzata su pietre esposte al sole.

 

QUARTO  E NONO STEP : WEDDING WINE STATION BAR

LE FRAGRANZE SARANNO SCELTE TRA:  BOLLICINE – BIANCO SECCO -ROSSO SUPERIORE – ROSSO VIVACE

 

Abbiamo ricreato gli aromi del vino: i profumi floreali, fruttati, erbacei, minerali, speziati, balsamici ed eterei. Li  abbiamo messi insieme creando 4 differenti bouquet , e altro non sono che le sensazioni olfattive di questo meraviglioso liquido.

Questi particolari profumi d’ambiente, sono come “vini solo da odorare”

Profumo vino bianco secco: Al naso si apre con un profondo bouquet floreale, arricchito da delicati sentori di frutti tropicali ed agrumi.

Profumo bollicine: Fresco e intenso; note di mela golden matura e fiori bianchi, con delicati sentori di lievito.

Profumo vino rosso vivace: Olfatto intenso con sentori di frutti rossi sotto spirito, ribes, prugna, karkadè e viola

Profumo vino rosso superiore: L’ampio bouquet presenta una dominante olfattiva fruttata, alla quale si aggiungono delicate ma persistenti note speziate ed eteree.

Il procedimento più adatto per profumare questa station, è quello di bagnare gli oggetti di legno rustico con una miscela fatta ad hoc.

 

QUINTO STEP: WEDDING BREAD BAR con PROFUMO DI PANE CALDO

Nessuno può negare che l’aroma del pane caldo appena sfornato abbia la capacità di farci stare meglio. Ed è che sentire quell’aroma ci trasporta immediatamente ad un luogo più felice ed il motivo di questo benessere è più dovuto ad una reazione psicologica che alla combinazione chimica degli ingredienti che generano l’odore.

Gli esseri umani percepiscono cinque sapori che abbiamo catalogato molto bene: dolce, amaro, salato, acido e umami. Ma siamo ricettori di un’infinità di odori per i quali è estremamente difficile trovare una descrizione o anche solo un aggettivo.

L’olfatto, a differenza di altri sensi, non viene elaborato consapevolmente. L’informazione arriva direttamente ai nostri centri di emozione e memoria.

Questa è la ragione per la quale ricreare l’odore del pane caldo, sia una forma immediata di creare un ambiente gioioso.

Il nostro profumo di pane è molto realistico perché realizzato con aromi alimentari.  Non si può veicolare nell’ambiente, o all’aria aperta come in questo caso, sciogliendo questi aromi in alcol perché altera totalmente il risultato finale.

Si producono delle formelle in cera d’api e paraffina ad uso alimentare e si fondono in fornelletti piazzati direttamente sulla postazione o altrimenti si possono accendere le ns. esclusive candele di pane.

 

SESTO STEP: I CRUDI DI PESCE

PROFUMO SCELTO: ACQUA DI MARE

La piramide olfattiva si apre con le note di sale; nel cuore troviamo le alghe; si chiude con dei legni acquatici che rinfrescano  e assicurano un’ottima persistenza.

Questa fragranza ci porterà la sensazione di una fresca brezza marina anche se siamo nell’entroterra.

Il modo perfetto per profumare questa postazione è spruzzare i drappeggi  o degli elementi naturali quali pietre con l’acqua profumata con la concentrazione di essenza giusta.

 

SETTIMO STEP: BEER BAR

La scelta ricade su due fragranze: birra bionda o doppio malto. Due fragranze  con note odorose di cereali freschi, luppoli, fermenti e lieviti. Finiscono il bouquet delle note riconducibili al miele, oppure alle tostature, alla frutta secca e a quella disidratata, o anche alle suggestioni di tipo torrefatto, per approdare alle sensazioni fruttate, un oceano olfattivo quest’ultimo dal quale possiamo pescare i profumi più svariati: i classici pera, mela, banana, o gli esotici cocco, ananas, passion fruit, fino al micromondo degli agrumi. Metodo di profumazione: lo stesso applicato ai wine bar

 

OTTAVO STEP:  I FRITTI

Una fragranza è d’obbligo: LIMONI DI AMALFI

un profumo solare e tonico, che stimola la voglia di fare, aiuta la concentrazione, facilita la comunicazione e attira la simpatia.

E’ una fragranza molto apprezzata nei luoghi pubblici, particolarmente quelli di ristorazione come bar, gelaterie e gastronomia. Il suo odore fa venire l’acquolina in bocca, mette l’appetito e favorisce la digestione e ancora di più: ha un effetto tonico ‘anti noia’.

Ma in realtà, la qualità che più ci interessa è quella di eliminare l’odore di fumo e di fritto ed evitare che questo si appropri dei vestiti degli invitati.

Le gocce di essenza pura saranno versati direttamente sulla fonte di calore per un potenziamento dell’effetto profumante.

Completano  l’equilibrio dei profumi, due lampade catalitiche con profumo di scorza di limone.

 

DECIMO STEP:   SALUMI E FORMAGGI

Le opzioni più adeguate per questa station sono quelle delle  mono-fragranze che avranno il compito di addolcire (senza coprire) gli odori degli affettati e formaggi più forti.

Basilico Rosso

Menta Piperita

Rosmarino selvatico

Pepe nero di Lampong

Pepe verde del Malabar

Pepe rosa di Recife

Pepe bianco di Muntok

Queste fragranze sono utilizzate maggiormente come veri e propri mangia-odori da cucina.

In questo caso specifico, la scelta ricade sul basilico rosso, che oltre a dare un tocco di freschezza, si armonizza con l’abbondanza di verde della location

La fragranza è talmente potente che basterà spruzzarla  sotto il tavolo.

 

ULTIMO O PRIMO STEP DEL BUFFET: COCKTAIL BAR

Questa postazione è all’origine e alla fine della ruota del buffet.

Il profumo dev’essere molto gradevole e armonico, coinvolgendo ed equilibrando le note principali di agrumato, fruttato, fiorato ma sempre come tema portante quello dell’invito alla convivialità ed il godimento del cibo.

Il profumo scelto è VANIGLIA E VERBENA.

Le ricerche scientifiche hanno evidenziato che l’essenza di vaniglia ha moltissimi effetti positivi sul sistema nervoso infatti ha la caratteristica di blando antidepressivo ed euforizzante. Il profumo di vaniglia agisce in maniera molto forte nei confronti della nostra psiche, perché ha il potere di evocare paesaggi interiori infantili.

La Verbena, simbolo di pace e prosperità era usata nell’antichità per risvegliare la passione amorosa e donare armonia alla propria vita sentimentale. Si narra che le giovani spose il giorno delle nozze portassero con sé un mazzetto fiorito di verbena, che le avrebbe aiutate a superare la prima notte.

Al di là di queste leggende, la verbena stimola l’allegria.

Con le sue note citriche, le qualità terapeutiche di questa pianta sono degne di considerazione; essa possiede un’azione antidepressiva molto decisa, ideale per incentivare il buon umore durante una festa.

IL metodo per veicolare il profumo sarà il medesimo che per i wine bar.

 

DODICESSIMO STEP: sala da pranzo

Per questo specialissimo step bisogna scegliere un profumo veramente trasversale, delicato, rilassante e che non interceda con il profumo delle pietanze.

Saranno spruzzati i bordi delle tovaglie per dare un effetto delicato e molto gradevole.

Può completare l’arredo olfattivo, un segnaposto profumato.

 

TREDICESIMO STEP:il caffè!!!

Per persuadere gli invitati a lasciare la sala da pranzo e accomodarsi fuori all’aperto su dei rilassanti divani a prendere un buon caffè, utilizzeremo un potente diffusore professionale posizionato nella porta d’ingresso della sala.

La ns. fragranza CAFFE’ è molto, molto realistica e invadente, per questo la tempistica dovrà essere perfetta.

Appena inizieremo a far funzionare il diffusore, tutta la sala sarà colma di un buon profumo 100% arabica e gli invitati seguiranno la scia.

Abbinata a questa station ci sarà quella degli amari e liquori dopo pasto.

La fragranza di riferimento sarà quella del Cherry Liqueur che oltre a far ricordare i liquori fatti in casa, riporta ad una simbologia specifica nelle nozze.

Nella mitologia greca, l’albero di ciliegio era sacro ad Afrodite, dea della bellezza e dell’amore. Ecco perché la ciliegia è considerato un vero e proprio portafortuna per gli innamorati di tutto il mondo. Ed in alcune parti d’Italia, le migliori dichiarazioni d’amore si fanno tutt’ora all’ombra di un ciliegio in fiore.

 

QUINDICESIMO STEP: frutta fresca.

Abbiamo molteplici fragranze abbinabili con questo step ma per dare un tocco esotico ed un altro agrumato che bilanci la dolcezza dei frutti, consigliamo la fragranza MARACUJA’ E MANDARINO VERDE.

 

SEDICESIMO STEP: buffet di dolci.

Profumo più adatto:  Chantilly e frutti di bosco.

Una fragranza gioiosa tangibile nello scintillio con un’ apertura di mirtilli neri, fragoline di bosco, more e uva spina. Il cuore pure è pura emozione di petali luminosi di fiori di cassis che si intrecciano nella trama di un pizzo seducente con squisite sfumature di ribes rossi e gelsi bianchi. Sensuale e soffuso il fondo con la vaniglia accarezzata dal fascino vaporoso dei lamponi.

Il metodo profumante sarà il medesimo che per i wine bar.

 

DICIASETTESIMO STEP: confetti e caramelle.

La fragranza più appropriata per questo simbolo universale delle nozze, non poteva essere altro che la nostra essenza VANILLA SKY (Cielo di Vaniglia)

Un’antica leggenda messicana narra che Xanat, la giovane figlia della dea della fertilità del Messico, si innamorò di un giovane Totonac. Dal momento che non poteva sposarlo a causa della sua natura divina, si è trasformata in una pianta che le avrebbe portato piacere e felicità. Così è nato il fiore di vaniglia.

Il drappeggio del tavolo spruzzato con acqua di Cielo di Vaniglia, sarà sufficiente per rilasciare uno squisito aroma.

DICIOTTESSIMO STEP: TORTA NUZIALE

Il momento del taglio della torta nuziale è molto atteso ed ha un profondo significato.

Lo sposo deve iniziare a tagliare la torta per primo e la sposa deve terminare il taglio sempre però impugnando il coltello insieme, mai separati. Questo gesto rappresenta l’unione dei novelli sposi.

L’atmosfera da creare attorno a questo rituale è importantissima.

Il profumo dovrebbe essere ancora una volta quello utilizzato nella Chiesa, ma sprigionato in forma più delicata.

Per questo abbiamo pensato ai nostri speciali top bruciatori ad anello, che oltre ad essere posizionati sopra dei calici benauguranti, fungono da piccole lampade con la t-light all’interno. Gli anelli e la forma circolare sono dei portafortuna.

 

DICIANOVESSIMO STEP:  dancing!!!!

Spostare gli ospiti è come radunare gatti

Sapete dove volete che vadano, ma loro non vogliono collaborare.

Il fatto di organizzare un percorso olfattivo in questo matrimonio con un numero considerevole d’invitati, aiuta in parte a guidare le persone attraverso le diverse station.

Gli ospiti  in generale si muovono  lentamente.

Si mettono a chiacchierare per aggiornarsi, i bambini corrono in giro, e le persone anziane non si muovono velocemente come una volta.

Se siamo arrivati all’area d’intrattenimento musicale con un modesto rispetto della  scaletta possiamo considerarci fortunati.

Il profumo energizzante qui è d’obbligo.

ARANCIO E PEPERONCINO!!  E che si aprano  le danze!!

 

SPECIALMENTE PENSATO PER I PICCOLI:

Anche loro avranno un po’ di arredo olfattivo nell’area dedicata ai giochi.

Un dolcissimo profumo di Zucchero Filato avvolgerà il loro spazio, aumentando la allegria ed il divertimento.

 

CONTENUTO EXTRA:  EVENTO OLFATTIVO.

In questo evento all’interno della festa, durante la pausa caffè, con l’utilizzo di apposite campane olfattive, si illustrerà agli invitati il percorso delle differenti stations delle nozze.

Ci sarà una campana per ogni fragranza impiegata in ogni postazione tranne che per il tableau de marriage od altre postazioni minori (per questi profumi ci sarà una degustazione con le moullettes olfattive).

Sarà un viaggio attraverso gli aromi che renderanno indimenticabile questo giorno già di per sé memorabile.